Category

Accessories

Category

Stanchi della solita cravatta?
Ecco qui gli accessori di classe che catturano l’attenzione di molti e non solo…
Se, da un lato la scelta di un bel papillon può dare un tocco di raffinatezza alla figura, dall’altro, perché non scegliere anche l’elegante pochette? Basta trovare il giusto bilanciamento tra i vari capi e completare il tutto con questi accessori indispensabili per un evento, grande o piccolo che sia.

“Pochette” per i più raffinati, “fazzoletto da taschino” per un linguaggio più comune. Comunque lo si chiami, quest’accessorio non deve assolutamente mancare nel guardaroba maschile di un vero gentleman. Si potrebbe pensare che sia un dettaglio di uso pratico, ma oggigiorno è un’icona dell’eleganza maschile. Un moltitudine di colori e fantasie che si incontra su tessuti di altissima qualità: lino e seta, entrambi puramente Made in Italy. Qualunque sia il tessuto scelto, quest’accessorio non dovrebbe mai sporgere dal taschino, ma deve apparire come un’unica nota di colore e soprattutto di classe.
Badate anche alle dimensioni: 33×33 a tono con i papillon.

ImmagineIl papillon, nonché l’amata “cravatta a farfalla” è un incontro tra il classico e il contemporaneo, un richiamo alla tipicità dei primi papillon, double-face e da annodare proprio per introdursi alla contemporaneità.  Fate uno strappo alla regola: perchè non sdoganare il papillon da classico accessorio per le grandi occasioni, ad un dettaglio da inserire nella quotidianità?
Stoffe ideate da giovani ragazzi la cui fonte trae dai “vecchi e cari ricordi”, disegnati totalmente da collaboratori interni con una vasta gamma di patterns autentici in pregiata lavorazione italiana.

Dettagli raffinati, diverse fantasie ma soprattutto una stoffa di qualità. Un tocco di classe unico e un handmade Illogico tutto da indossare.

Visitate il sito: http://www.illogico.com/it/

illogico

Writer:  Giusy Persico

Milano, una città che negli ultimi dieci anni è diventata sempre più internazionale, specialmente nel modo di vivere la metropoli. E questo soprattutto grazie alla passione e alle idee dei giovani, che si fanno promotori di iniziative dal sapore d’Europa. Tra questi Samantha e Alessandro, genitori del PopCorn market, un progetto nato due anni fa che ha già raggiunto grandi risultati grazie all’autenticità della idea e alla passione dei suoi fondatori.

In questa intervista ci raccontano che cos’è il PopCorn e come stanno riuscendo a trasformare il loro sogno in realtà.

 

Se doveste descrivere il PopCorn in poche parole? Un progetto di riqualificazione di quartieri popolari e o zone in disuso (Milano ne è piena!), spesso abbandonate che noi riportiamo a nuova luce, con l’allestimento di un market dal sapore europeo con annesse tante attività per grandi e piccini (come lettura di poesia, giochi vintage, improvvisazioni teatrali, jam session).

Com‘è nata l’idea? L’idea nasce dalla nostra passione per i mercatini, ne volevamo uno fatto su misura e a nostra immagine e somiglianza, dove tutti avrebbero potuto partecipare senza problemi e sarebbero voluti ritornare. Con gli anni abbiamo creato una rete di contatti non indifferente, grazie ad articoli ed interviste fatte per il nostro blog online www.popcornblogazine.com; abbiamo pensato quindi di creare una sinergia tra online e offline, portando le nostre scoperte su strada, nella vita reale, trasformando una conoscenza virtuale in valore umano.

 

Cosa si può trovare al PopCorn? Designer emergenti che vogliono farsi conoscere, piccoli artigiani dalle mani d’oro, cianfrusaglie di ogni tipo, ma soprattutto tanta bella gente che condivide passioni, arte e bellezza.

 

Riqualificare un quartiere attraverso un mercatino, giochi, musica e festa, è possibile? Sì, noi ne siamo un piccolo esempio. In ogni data lavoriamo sodo e cerchiamo di fare solo passi in avanti. Amiamo quello che facciamo più di ogni altra cosa, ogni evento e ogni collaborazione nasce da una vera e propria intuizione creativa a cui segue un’attenta ricerca. Quando ripensiamo a quanta gente siamo riusciti a far arrivare in luoghi di cui nemmeno conoscevano l’esistenza, vuol dire che il progetto funziona. Amiamo Milano e di spazi belli dove poter allestire un mercatino ce ne sono infiniti, abbiamo pensato di portare un po’ di bellezza in quelli più “brutti” e sconosciuti, dando vita a giornate piacevoli e mai banali.

Quanto è importante il coinvolgimento e la partecipazione della gente del quartiere nell’iniziativa? Fondamentale. Grazie al passaparola e alle persone che escono di casa e vengono a curiosare con i loro occhi; a conoscerci di persona; a ringraziarci per la bella giornata; capisci che è bello riuscire con uno dei mestieri più antichi del mondo a soddisfare tutti.

 

Quali sono i progetti per il futuro? Ci piacerebbe ampliare il progetto e trovare dei partner seri che ci aiutassero a finanziare concretamente qualcosa di grosso e duraturo; ma è solo un’idea, per adesso ci concentriamo sulle date in programma e poi si vedrà.

 

Quando sarà la prossima data? Il 27 maggio, tutto il giorno, al Giardino delle Culture. Vi aspettiamo e speriamo che anche tutti voi entriate a far parte della famiglia PopCorn.

 

E noi non possiamo far altro che augurare a questi ragazzi un grande in bocca al lupo e sostenere tutte queste iniziative che rendono le nostre città italiane dei luoghi più accoglienti ed umani.

Pop Corn Market 5        

Le 21eme Adam Katz Sinding Chiara-Ferragni-Milan-Fashion-Week-Fall-Winter-2014

“We are not who you think we are: we are golden, we are golden!”

Queste sono state le parole di una nota hits di qualche anno fa che ha scalato le classifiche italiane.
Ed è proprio il GOLDEN ad essere uno fra i protagonisti presenti nelle passerelle delle settimane della moda proposte da alcune fra le più importante Maison per il prossimo Autunno / Inverno 2014-2015.

Yves Saint Laurent, Prada, Chloé, Moschino, Dolce e Gabbana, hanno realizzato capi Golden per la loro collezione accostandoli ai toni del total black rendendo il capo prezioso e glam al tempo stesso.

Tra le collezioni è stato possibile osservare abiti dai dettagli geometrici, cappotti con applicazione di girocollo in pelliccia e trench total gold impreziositi da cinture a vita alta, ideali per sottolineare la silhouette femminile.

La scelta del color oro risiede nel voler valorizzare la bellezza quasi aurea della collezione, cercando di far risorgere tessuti inusuali caratterizzandoli soprattutto grazie al color oro, donando al capo una forte impronta di “potere” proprio nel momento in cui le modelle sfilano in passerella.

E’ quasi possibile sottolineare la presenza di una sorta di sfida lanciata nei confronti del brand Gucci il quale si è sempre avvalso, a partire dalla scelta del proprio logo, del color oro designando e sottolineando in modo ancora più decisivo il mood luxury della propria Maison.

Sarà possibile dunque, ammirare nelle vetrine delle boutique capi oro che saranno un vero Must Have per l’abbigliamento Fall/Winter 2015 accompagnato dalla scelta di accessori e borse dai dettagli brillanti.

 

www.dolceegabbana.com
Dolce&Gabbana

 

Jimmi Choo

 

1389010470-44128300
Yves Saint Laurent

 

decollete-gold-dolce-gabbana

 

make-up-oro

 

tendenze-moda-autunno-inverno-2014-2015-milano-fashion-week-color--121804_L