10996160_10202357327573145_3889807345138512508_n (1)
Lui è Valter Gazzano, National Make Up Artist di Yves Saint Laurent Italia, oltre ad essere un bravissimo artista ed icona nazionale (ed internazionale) del mondo del make up, è una persona molto disponibile e simpatica ed ha condiviso con noi alcuni attimi della sua carriera, la filosofia YSL ed i colori da utilizzare per la stagione Primavera/Estate 2015.

 

Ciao Valter, cosa ti ha spinto ad intraprendere la carriera di Make-up artist ? 

Avevo già una predisposizione per l’arte, ricordo ancora una mia compagna di scuola che un giorno mi ha letto le carte, e la sua risposta è stata “il tuo futuro sarà su una punta di un pennello”.  Frequentavo il liceo artistico, e mi divertivo a sperimentare dei Make-up sui fogli di carta, mi piaceva creare le sfumature con i vari colori. Un giorno, mia sorella è stata truccata da Stefano Anselmo, si è scatenato il mondo dentro di me, ed è stato in quel momento che ho capito che volevo fare il truccatore, in fondo il make-up artist è un misto tra uno scultore e un pittore. Finito il Liceo, mi sono iscritto ad un Accademia, che ho frequentato per un anno, nel momento in cui avevo deciso di lasciarla, il mio maestro, mi ha proposto di diventare il suo assistente ed una volta finito il corso è iniziata la mia carriera come make-up artist in molte pubblicità.

 

Qual’è stata la soddisfazione più grande che hai avuto sul lavoro ?

Non sono una persona che sopravvaluta il proprio lavoro, anzi cerco sempre sottovalutarlo. Ma le soddisfazioni più grandi che ricordo sempre sono tre. La prima, fine anni 80’ ero a Parigi per la riunione Internazionale dei make-up artist Yves Saint Laurent e la Make-up artist Terry de Gunzburg tra tutti i lavori eseguiti da i vari truccatori di tutto i mondo, ha selezionato il mio, come il Make-up Must di Yves Saint Laurent. La seconda, sempre fine anni 80’, ho realizzato un corso di trucco teatrale, grazie a Vincenzo Muccioli, presso la comunità di San Patrignano. Per me è stata una grande soddisfazione come prima cosa essere stato accolto molto calorosamente, ma quello che mi ha reso ancora più felice è stato vedere, come questi ragazzi si sono appassionati ed impegnati a seguire il mio corso. L’ultima soddisfazione è arrivata proprio ora, ed è stata ricevere il premio da Yves Saint Laurent come il National Make-up Artist 2015

 

Dal 1980 sei entrato a far parte della Maison Yves Saint Laurent come National Make-up Artist, quindi hai assistito alle diverse evoluzioni della maison. Quali sono gli aspetti che nel giro di 35 anni non sono mai cambiati? 

Yves Saint Laurent inizia la sua distribuzione del make-up nel 1979, il fil rouge che non è stato mai tagliato è quello del “prodotto rivoluzionario” e si è sempre distinta per gli accostamenti di colori. Come per esempio, Yves Saint Laurent è stata la

prima a lanciare il fondotinta effetto nude negli anni 80’, il famoso Touche Eclat, oppure le Vernis à lèvres che nasce come il primo smalto per labbra, per chi non lo sapesse, è stata anche la prima a lanciare il rossetto Fucsia (il famoso n.19 tutt’ora

presente) , così come il rosso e l’arancione, e i vari contrasti di colori come il viola con il rosso e il marrone con il blu. La filosofia Yves Saint Laurent non è mai cambiata, un make-up artist tende a correggere i difetti di una persona, invece, un Make-up artist Yves Saint Laurent tende ad esaltare la personalità di una donna.

 

Oltre ad essere un make-up artist sei anche un formatore, realizzando sia dei corsi, che dei workshop. Dopo la presentazione del brand, mostri quasi sempre i tre Make-up Istituzionali di YSL, potresti spiegare brevemente anche alle nostre lettrici di cosa si tratta?

I make-up Istituzionali sono la tipologia di trucchi che presentano al meglio Yves Saint Laurent, tutti i make-up artist mondiali devono lavorare con questi make-up. E sono:

– Toxedo o smokey eyes: dove il colore scuro è concentrato sulla palpebra mobile, sfumato nella piega e sulla rima inferiore, questo tipo di trucco lo abitiamo ad un rossetto nude per il giorno e un rosso o fucsia per la sera. Le nuance che usiamo per realizzarlo sono il nero, grigio, verde scuro oppure viola scuro.

Parisien: il classico make-up adatto ad ogni donna, colore chiaro sulla palpebra mobile ed uno leggermente più scuro nella piega dell’occhio.

Couture: per un make-up grafico, stile anni 60’/70’, un colore scuro usato sia sulla rima inferiore che nella piega dell’occhio e per finire, un eye-liner, formando così tre linee molto visibili.

 

Qual’è il prodotto che must-have che ogni donna dovrebbe avere nel suo beauty?

Se devo scegliere solo un prodotto, è di sicuro il Touche Eclat, 8 ore di sonno in un click, un prodotto che ogni donna deve portare nella sua borsa, ma un’altro prodotto che non può mancare è il mascara Effet Faux Cils, recentemente riformulato proprio per avere un effetto modulabile.

 

Per concludere, quali sono i colori che consigli per questa stagione primavera/estate 2015?

I colori Yves Saint Laurent sono definiti i colori icona, e per questa primavera/estate i must sono: per i colori scuri un nuovo nero/marrone ed il grigio metallizzato; il rosa su labbra, guance e occhi e per concludere tutte le tonalità del color Oro, bronzo e terracotta.

 

Io e tutto lo Staff di Just Fashion Magazine ti ringraziamo per il tempo che ci hai dedicato, e per tutte le informazioni che ci hai fornito.

Grazie a voi per questa intervista.

 

999660_617998091563421_1732386661_n

IMG_4044_oggetto_editoriale_720x600

SAMSUNG CAMERA PICTURES

SAMSUNG CAMERA PICTURES

SAMSUNG CAMERA PICTURES

SAMSUNG CAMERA PICTURES

Share
Kristel Longo
Author