Now Reading
Claudio Tavezzi ci racconta della sua azienda, la Tavezzi Enterprises

Claudio Tavezzi ci racconta della sua azienda, la Tavezzi Enterprises

Mariagrazia Fontana

Altri consigli ci sono stati svelati dal giovane imprenditore

Il mondo dello shopping online è ormai pane quotidiano per le nuove generazioni. Oltre alla pazienza e al tempo, ci sono tattiche e strategie da studiare ed imparare. E se vi dicessimo che è possibile? La testimonianza di tutto ciò è Claudio Tavezzi, un ragazzo di soli 17 anni che sta riuscendo a dominare Internet e le vendite online.

Piacere, io sono Tavezzi Claudio, ho 17 anni e mi occupo da molto tempo di business online, più in particolare Dropshipping e Private Label, dopo ne parleremo meglio. Io sono nato a Lodi, dove attualmente vivo, da sempre ho avuto l’ambizione di non catalogarmi come tutti i miei coetanei in interessi comuni e spesso banali e insulsi. Ho preferito prendere in mano la mia vita sin da subito e non sprecare il tempo che avevo a disposizione. A circa 14/15 anni ho iniziato con delle compravendite molto basilari, da poche centinaia di euro che però mi iniziarono a far toccare con mano cosa volesse dire vendere, guadagnare etc… A 15 anni scoprii poi il Dropshipping, da lì iniziò il mio vero percorso, tra formazione, fallimenti e un budget estremamente ridotto, fattori che accomunano un po’ tutti i ragazzi che seguo ma che non sono minimamente vincolanti al contrario di come si pensa.

  • In che modo ti sei appassionato al mondo del marketing?

Mi sono appassionato a questo mondo sin da quando ero piccolo, mi è sempre piaciuto vedere come le persone interagivano tra di loro durante una vendita, una contrattazione e cose di questo genere. Da qui ho solo trovato il canale, il mezzo per guadagnare e l’ho utilizzato. Di metodi ce ne sono tanti, ognuno ha i suoi preferiti, l’importante è formarsi e capire qual è la strada giusta per te. Si parte dalla ricerca del mezzo e si passa poi alla formazione.

  • Parlaci della Tavezzi Enterprises.

La Tavezzi Enterprises è la mia azienda, prima di lanciarla ci sono state tantissime prove, tanto lavoro e incessanti test. È ufficialmente nata intorno a settembre, uno dei periodi più forti dell’anno, momento in cui tutti ripartono e si aspettano news o qualcosa di diverso, ed ecco che siamo apparsi noi. Io sono l’unico CEO e Fondatore, ma ho un team di ragazzi super affamati, che si impegnano a cui ho delegato determinati compiti tipo customer service o cose di questo tipo. Farla partire è stata la cosa più facile, la parte complicata è stato l’anno e mezzo prima, tra studio e lavoro per trovare il metodo finale che caratterizza i nostri attuali successi.

Claudio Tavezzi
  • Qual è il tuo concetto di business?

La mia idea di business è semplice: COMPRARMI LA LIBERTÀ. Il DropShipping/Private Label è solo un mezzo. Volevo ad ogni costo arrivare a poter fare quello che preferivo e tengo a specificare che naturalmente non ci sono ancora arrivato, anche se il plan che mi sono costruito per arrivarci, per ora è sempre stato rispettato. Quello era l’obiettivo e lo è tutt’ora, solo che inizialmente non sapevo nemmeno cosa significasse Dropshipping. Iniziai quindi a formarmi e ad applicare, naturalmente fallendo. Il fatto è che se l’obiettivo è forte, è matematico che ce la fai prima o poi. Quindi è venuto tutto più che naturale, è diventato giorno dopo giorno sempre più parte integrante della mia vita, per poi diventare un lavoro nel momento in cui mi ha portato in modo continuativo degli stipendi fissi sempre più alti, mese dopo mese.

  • Hai delle strategie o delle tecniche che utilizzi nel mondo del marketing?

Le strategie che vengono utilizzate sono tantissime, si parte dai gap emotivi, fino all’upsell post vendita. Sono tematiche molto specifiche e tecniche, naturalmente è TUTTO trattato in consulenza con me, i miei studenti sanno di cosa parlo. Un concetto importante è quello della comunicazione, che è fondamentale nel Private Label e inutile nel DropShipping, anche se tanti la reputano sempre utile. Io penso che nel Drop poche cose contano, e tra queste non c’è il modo di comunicare, per il semplice fatto che proponiamo un prodotto MOLTO richiesto e accattivante (scelto tramite specifiche ricerche) e il cliente acquista in modo impulsivo, non pensa nemmeno a leggere ciò che scriviamo.

  • Hai dei progetti per il futuro?

Gli obiettivi sono tanti, alcuni anche molto grossi. Tra questi sicuramente c’è in ballo l’apertura di una società estera che comporterà un trasferimento fuori dall’Italia, quindi sarà un grosso sacrificio per me, ma devo seguire la mia strada e sicuramente non mi fermerà questo. Un altro obiettivo molto interessante che sto molto lentamente pianificando è quello di espandere l’azienda nell’immobiliare, anche se i capitali di investimento sono molto importanti. Per tutte le news sugli obiettivi vi tengo sempre aggiornati su Instagram @claudiotavezzi

  • Hai dei consigli per chi vorrebbe intraprendere la tua stessa carriera?

I consigli che do a chi vuole partire e seguire il mio percorso non sono tanti, sono pochi ma ferrei. Come ho detto prima, io sono partito con l’idea di potermi prendere tutto il prendibile senza dovermi appoggiare alle spalle di nessuno e l’unico modo per fare questo è fare l’imprenditore. Per chi però ha le idee un po’ meno chiare, il mio consiglio più grosso è quello di capire cosa volete voi dalla vostra di vita, dovete capire se “accontentarsi” a voi piace come parola. Se a voi va bene non scegliere il vostro stipendio, se vi va bene lottare per avere un aumento di 50€ al mese, beh allora non è la strada che fa per voi. Se siete pronti a passare tanti fallimenti, tante ore di studio, tanti soldi spesi, amicizie rotte (che capirete più in là essere amicizie finte) e tanti sacrifici, allora sicuramente è il momento di partire perchè dopo tutte queste fatiche i risultati arriveranno. Non limitatevi, cercate sempre il massimo, date sempre il meglio quando fate qualcosa che vi può far crescere, ma soprattutto NON PERDETE TEMPO. Fate un test: provate banalmente ad unfolloware le centinaia e centinaia di persone INUTILI che seguite su Instagram, quando avrete la forza di farlo allora contattatemi perchè siete pronti per iniziare.

  • In che modo gestisci le tue giornate?

Gestire le giornate e il tuo tempo sono cose a parer mio fondamentali, ma che purtroppo non ho la possibilità di fare. Se il tuo obiettivo è fare l’imprenditore hai una cosa in testa: non stare sotto a nessuno. Questo valore nella mia situazione ancora però persiste, andando io a scuola. Questo mi obbliga a dover passare grossa parte del mio tempo in classe o attualmente in video-lezione. La cosa positiva è che mentre io sono a scuola ci sono altre persone che fanno ciò che dovrei fare io, ma sono sicuro che avere una routine molto più regolare e che non dipenda da campi improvvisi di programmi scolastici, tra presenza e DAD, renderebbe le mie giornate molto più tranquille, organizzate e renderebbe me molto più rilassato, cosa che da un anno a questa parte non so cosa voglia dire. L’unica cosa che non escludo mai è la formazione, ascolto almeno 1/2 ore al giorno podcast, leggo libri, guardo video… questo è fondamentale.

  • Come interagisci con i tuoi follower su Instagram? Li tieni aggiornati su tutto?

Instagram è parte del mio business, lì comunico con i miei studenti e i miei futuri studenti. Tramite Instagram acquisisco il pubblico, ma ci tengo a precisare che Instagram lo uso SOLO a scopo lavorativo e professionale. Non posto la foto di ciò che mangio ogni sera, e se lo facessi, avrebbe comunque scopo di lucro. Instagram è uno dei tanti mezzi, ma non nego che costruire una community legata a me è l’obiettivo più grosso. Sto lavorando al mio personal brand in modo quasi ossessivo, pubblicando video ogni giovedì su YouTube di cui trovate il link in fondo all’articolo, faccio dirette su IG il martedì e il venerdì. Ormai è parte delle mie giornate, ma come ribadisco sempre, lo faccio perchè c’è alla fine un ritorno economico, nulla da nascondere o di cui vergognarsi.

See Also

Vi do un consiglio: Non limitate i vostri orizzonti solo perché la società in cui viviamo ci educa a fare così. Non serve avere 50 anni e 15 master ad Harvard per realizzarvi.

Grazie Claudio per i preziosi consigli per i nostri lettori, tutto il team JFM ti augura tanta fortuna nella tua carriera!

SITO WEB: https://claudiotavezzi.com —> Prenota una call gratuita

INSTAGRAM : https://www.instagram.com/claudiotavezzi/

YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCw0DjBMeifHNnm_ksUGvj9Q WHATSAPP per più info: claudiotavezzi.com/whatsapp

What's Your Reaction?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

All rights reserved - © copyright -Just Fashion Magazine. P.IVA 01309820775

 

Scroll To Top